Martedì, 08 Dicembre 2020 12:14

Pesca abusiva di muggini a Molentargius: la Forestale al fianco dei consumatori In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il personale del Corpo forestale - Stazione di Cagliari, durante un servizio notturno nell’area del Parco ragionale di Molentargius, ha sorpreso tre pescatori professionisti mentre pescavano nei canali del Parco. L’attività di pesca all’interno del Parco di Molentargius è vietata e sanzionata penalmente con un anno di reclusione e l'ammenda sino a 25mila euro. I tre indagati, sono stati identificati e deferiti all'Autorità giudiziaria dalla pattuglia forestale che ha anche sequestrato gli attrezzi utilizzati e circa 10 chili di muggini che, ancora vivi, sono stati reintrodotti nel canale.

LA TUTELA DELL’AMBIENTE E DELLA SALUTE DEL CONSUMATORE
L'operazione s’inquadra nell'attività del Corpo forestale a tutela della biodiversità e della salute del consumatore. L'area di cattura prescelta dai pescatori abusi si trova, infatti, all'interno dei canali e delle vasche del cosiddetto “ecosistema filtro” del Parco di Molentargius, nelle campagne di Quartu Sant'Elena. Il sistema è funzionale a filtrare, con metodi naturali, gli scarichi del depuratore consortile di Is Arenas e dei canali di scolo provenienti dai territori di Quartu Sant'Elena, Quartucciu, Monserrato e Selargius. Le acque dei canali sono pertanto caratterizzate da un carico inquinante tale da non consentire la commestibilità degli abbondanti muggini che pure le popolano.
Per contro, i pescatori denunciati, avrebbero potuto con spregiudicatezza immettere i muggini nel mercato alimentare.
Dal Corpo forestale e di vigilanza ambientale fanno sapere che "si raccomanda sempre di evitare l’acquisto di prodotti ittici (pesci - ricci - molluschi) da venditori abusivi".